Crea sito
Domenica, 24 Gennaio 2016 17:29

Il ricordo di alcuni colleghi

Vota questo articolo
(0 Voti)

L'ultimo Ciao di Stefano...
L'abbiamo visto!! Con un blitz coordinato con Paola siamo entrati... è un Poeta Guerriero... Tiene duro ed è perfettamente cosciente, anche se non può parlare, ci ha salutato con un Ciao di mano che ha fatto a TUTTI coloro che stanno pregando e tifando per Lui, ne sono certo,... è stato il più bel Ciao che ho ricevuto... Ve lo giro...
M. D'O.


Ciao Stefano.
"Quando avrò annodata al collo l'ultima cravatta disteso con la giacca scura non avrò più paura".
Ci mancherai tantissimo. A., C., G., L. e M.  


I colleghi dell'Amministrazione piangono la prematura scomparsa di Stefano e ricorderanno sempre la sua professionalità, la sua profonda umanità la grande disponibilità e attenzione alle esigenze di tutti. Ciao Poeta. 


Mi sono profondamente commossa nel leggere le vostre parole perché è la testimonianza che la sua sincera bontà e l'immenso altruismo sono arrivati davvero al cuore di tutti.

Io l'ho conosciuto 8 anni fa, pochi in confronto a molti colleghi che sono "cresciuti" con lui, ma sono abbastanza per capire che bella persona era... di quella bellezza interiore che al giorno d'oggi purtroppo è sempre più rara. Aveva sempre una parola, un consiglio, una poesia per tutti noi... non perdeva occasione per venirci a trovare in reception ed interessarsi di noi... del nostri progetti... del nostro futuro.

Accettare che un male così terribile si sia portato via una persona così buona beh è davvero davvero difficile... ultimamente sembra che il mondo giri al contrario e purtroppo noi non possiamo far altro che augurargli di riposare in pace e conservare gelosamente tutte quelle parole, consigli e poesie che ci ha voluto donare nel corso degli anni.

Sono immensamente dispiaciuta di non poter esserci martedì per l'ultimo saluto ma con il cuore sarò lì presente insieme a tutti voi!!
Vi rimando un forte abbraccio cari amici / colleghi.

M.G.


Caro Stefano,

ti voglio ricordare così con il tuo sorriso, le tue pacate parole, la voglia di vedere sempre il sole dietro le nuvole. Ci mancherai molto ma sappiamo che da lassù ci sarai vicino e ci guiderai in questo nostro cammino. 

Chi vive nel ricordo è sempre presente. 

S.R.


Ho passato il fine settimana cercando inutilmente (come sempre in questi casi) un perché a tanto dolore e a tanta sofferenza.

Ma sono solo riuscito a trovare una consolazione.

Lassù avevano bisogno di un mediatore, di un uomo che comunicasse al di fuori dagli schemi, di una persona che sapesse ascoltare e capire i problemi degli altri, di un poeta.

E potendo scegliere hanno scelto il migliore.

Ciao Stefano, riposa in pace.

R.M.


Stefano ha scritto l'ultima poesia. Quella che nessuno di noi avrebbe voluto leggere e che nessuno di noi dimenticherà.

Stefano non era un "Capo del Personale". Stefano era un collega, un amico, uno che faceva da filtro tra le necessità generali o singole e la Proprietà.

Spesso lo canzonavamo per il suo modo di essere, spesso poeta e spesso fuori dal ruolo. Raramente abbiamo capito che si faceva carico di problemi non suoi e che, in silenzio, cercava di risolvere per il bene comune.

L'ultima sofferta storia che ha scritto è quasi una metafora della sua vita aziendale. Quasi come se avesse voluto silenziosamente mettersi da parte e chiudere un capitolo lungo e importante.

Le manifestazioni di affetto che sta ricevendo dai vecchi e dagli attuali colleghi sono la dimostrazione che quello che ha seminato va al di là di un semplice rapporto professionale.

Purtroppo certi meriti si riconoscono solo quando ci viene a mancare il puntello della presenza fisica, ma così è la nostra natura.

Ci accorgeremo ora quanto ci mancherà Stefano ma il suo ricordo sarà sempre vivo tra noi.

G.M.


Ricordo l’ultima volta che ci siamo sentiti …

Nonostante le difficoltà che stavi attraversando, il tuo pensiero era sempre rivolto verso il prossimo …

Una frase che mi è rimasta impressa nella mente, è quella dove tu dicevi di …cercare di recuperare le situazioni negative e nel limite del possibile trasformarle in positive...

Ti saluto Stefano

D.G.


La notizia di ieri pomeriggio mi ha profondamente colpito. Non ho avuto la possibilità di incontrarlo spesso ma nelle poche occasioni di confronto ricordo il suo viso sempre sorridente la sua spiccata vocazione poetica ed il suo orgoglio di avere origini meridionali a Castellammare di Stabia. E poi sempre un pensiero  per i suoi colleghi ..."operai". Speravo di poterlo incontrare ancora una volta ma non è stato cosi...

Ciao Dott. Stefano

N.C.


Carissimo Stefano. I ricordi hanno costruito un percorso che arriva fino al cuore e fa sì che gli amici ti sentano sempre vicino, anche se in realtà sei molto lontano.

Ciao Poeta adesso gli angeli avranno la fortuna di ascoltare le tue meravigliose poesie...

Buon viaggio caro Stefano... ❤❤❤

M.M.


Mi unisco in silenzio al dolore che pervade tutti noi .

Il nostro caro Stefano troppo presto ci ha lasciato, allora quello che adesso possiamo fare per lui e per tutti i nostri cari è intonare nel profondo del nostro cuore una piccola preghiera:

“L'eterno riposo dona a loro, o Signore,

e splenda ad essi la luce perpetua.

Riposino in pace”.

Amen.

F.M.

Letto 1251 volte Ultima modifica il Giovedì, 04 Febbraio 2016 20:55
Devi effettuare il login per inviare commenti
Go to Top